Eventi e news
San Valentino tutto l'anno 07/01/2015
Prenota un soggiorno esclusivo al Castelluccio Palusse. Atmosfera romantica per un weekend all'insegna del sentimento e del benessere.
Prenota subito allo 0578.298795
Centro benessere a Città della Pieve 18/03/2015
L'oasi benessere "La Citronière" ha aperto anche ai non alloggiati. Vieni a provare il nostro centro benessere a pochi passi dal centro storico di Città della Pieve.

Regalati un momento di relax
Percorsi sensoriali esclusivi per la coppia da 90 minuti.

link:
Ristorante "Al Castelluccio" 12/04/2018
Apre finalmente il nuovo ristorantino del Castelluccio Palusse. Un piccolo e raffinato ambiente per una cena romantica, per una conviviale tra amici e per piccole cerimonie e banchetti.
Un menù in continua evoluzione con proposte che variano ogni 15 giorni e che seguono la produ ...
Non solo Hotel. A Città della Pieve anche Residenza di lusso 18/03/2015
Relais Castelluccio Palusse è il luogo dove poter passare dei momenti unici in un contesto magico e affascinante tra storia e eccellenze.

Per soggiorni rilassanti nel verde della campagna umbra a 2 passi da Città della Pieve

Lo staff del Relais Castelluccio Palusse vi aspet ...
Sulle tracce di Pietro Vannucci detto il "Perugino" 18/03/2015
Città della Pieve è la patria di Pietro Vannucci detto “Il Perugino” (1450 ca. – 1523) uno dei più importanti pittori del Rinascimento italiano, il maestro di Raffaello. La città conserva alcune tra le sue opere più importanti come L’Adorazione dei Magi dell’Oratorio di Santa Mar ...
Infiorata di S. Luigi Città della Pieve 12/02/2015
E’ dalla devozione e dall’affetto dei contradaioli del I° Terziere Casalino per il loro santo patrono San Luigi Gonzaga che ogni anno nasce l’ineguagliabile incanto dell’infiorata. Questo appuntamento, tra i più importanti che la città offre ai suoi visitatori, segna tradizionalm ...
Dal 24 marzo 2018 il Castelluccio Palusse è anche ristorante 19/03/2018
E finalmente apriamo il nostro piccolo ristorantino. Per chi già ci conosce nelle precedenti esperienze e per chi invece ha la curiosità di vedere i nostri ambienti e gustare una cenetta intima e raffinata....da sabato 24 marzo siamo aperti.
Info e prenotazioni allo 0578.298795
Resort, benessere, massaggi di coppia 13/06/2015
Tutto quello che cerchi da una vacanza rilassante. Staccare la spina dal tran-tran quotidiano e rigenerarsi tra natura, bellezza e benessere.
Al Castelluccio Palusse trovi tutto questo..............
www.castellucciopalusse.com/AspNetPages/Content_Tipo3_prenota.aspx?Lingu ...
Il Palio dei Terzieri di Città della Pieve 08/06/2013
Nel 1250 i Terzieri vengono nominati per la prima volta nell'atto di sottomissione a Perugia quando, dopo un brevissimo intervallo di autonomia e libertà dovuto alla protezione dell'imperatore Federico II di Svevia, l'antica Castel del Pieve veniva soggiogata dalla città del Grif ...
LA STRUTTURA
Castelluccio Palusse dove la storia insegna ad amare il presente ed il presente ad amare l'arte....

Posto su un colle, non lontano dal centro di Città della Pieve, il Castelluccio Palusse finalmente apre le porte al pubblico.
Dopo anni di abbandono e grazie alla tenacia e all'amore per il bello dell'infaticabile nuovo proprietario, il Castelluccio diventa una residenza alberghiera, con sette nuove suites, una diversa dall'altra, eleganti e spaziose che evocano antiche e suggestive atmosfere..

Affascinante residenza storica incastonata nel verde e rigoglioso scenario che offre da sempre l'Umbria.
Fatte salve le bellezze decorative esterne, magari ripristinate nel loro originale splendore, l'interno ha subito vari e ponderati cambiamenti, adattando spazi precedentemente adibiti alla funzione abitativa in nuove aree funzionali per lo svolgimento dell'attività alberghiera..
Il tutto nel massimo rispetto delle più generali e condivisibili norme che tutelano l'impatto ambientale e la salvaguardia del patrimonio artistico della comunità.





Come è visibile da alcune foto dei primi del'900, conservate nell'Archivio Comunale di Città della Pieve, il Castelluccio Palusse, ha conservato il suo aspetto neogotico con gli stessi elementi architettonici che ornano la facciata e le finestre.





La fronte principale, come in origine, fornita di tre porte d'ingresso, presenta vari abbellimenti: tutte le finestre di piano, di forma quadrata, sono sormontate da elementi in cotto che nell'aspetto richiamano le bifore sulle torri, mentre sempre in laterizio, sono una cornice marcapiano ed alcuni stemmi di famiglie nobili legati agli Spinola.
L'ingresso principale, con arco a sesto acuto, dotato di due ordini di cornici che riproducono plasticamente immagini floreali e colonne con capitello corinzio, riporta la scritta “Castelluccio Palusse“.
Sui pomelli del portone, recentemente restaurato, è inciso il nome di Pilade Mazza, che come precedentemente ricordato seguì gli Spinola nella proprietà della villa.
Dal portone, sormontato da un'ampia finestra trifora, ci si immette nella sontuosa stanza d'ingresso, oggi adibita ad hall, nella quale si trova la stupenda scalinata di cotto ridipinta in smalto avorio che porta fino al secondo piano.

Dal portone di destra, invece, si entra nella stanza dei salotti, ridenominata Stanza dello Zodiaco in virtù degli interventi pittorici che dalla proprietà Fastelli sono stati commissionati al maestro Mario Marco Marroni, noto artista locale, a cui si devono tutti gli altri interventi pittorici e il suggestivo affresco nei salotti stessi, dove si può ammirare uno scorcio del paese di Città della Pieve secondo la tecnica del trompe l' oeuil.



Dal portone di sinistra si accede, attraverso piccole camere adibite a passaggio alla sala da pranzo, le cui pareti e soffitto, sapientemente restaurati, presentano decorazioni che riproducono finti legni.
Ai quattro angoli della camera da pranzo sono collocati, inoltre, delle vaschette, simili a delle acquesantiere, recanti la scritta Palusse che probabilmente in origine fungevano da distributori di vino.
Tutte le porte e gli infissi sono originali ed alcune finestre sono dotate di vetri colorati.

Ai piani superiori si trovano, oggi, le otto camere da letto, di varia metratura, ricavate dagli alloggi originali, quattro per piano, con i soffitti a volticine, dipinte dalla mano sapiente del maestro Marroni.

Nella torre posteriore, più grande e bassa, è stata ricavata al secondo e terzo piano, un'unica suite, su due piani con la possibilità di accedere al terrazzo esterno attraverso una scala a chiocciola.


L'esterno del Castelluccio è caratterizzato da un'ampio parco di circa 6000 mq al quale si accede attraverso un maestoso cancello d'ingresso realizzato in ghisa e caratterizzato da un elaborato disegno con tre ordini di edicole gotiche interrotte orizzontalmente dal simbolo esoterico del bene e del male.

Nel parco si trovano tigli, ippocastani, rari pini domestici, cedri del Libano e altri fiori e piante, eredità dell'attività della Vittoria Guerrieri. Poco distante dalla facciata c'è una gigantesca quercia di circa 500 anni con un diametro di tronco di quasi un metro e mezzo.

All'epoca degli Spinola, ornamento principale del parco erano i vari gazebi, tutti in ferro, che svolgevano varie funzioni. Alcuni situati lungo il viale, venivano utilizzati come gabbie e ospitavano varie specie di animali esotici; altri, come quello che si può ancora ammirare di fronte alla facciata sulla destra, servivano per fare colazione d'estate.

Di rara bellezza è, poi, una gigantesca serra a cupola geodesica dal diametro di 15 metri, immersa nel parco, che fungeva in passato da voliera per uccelli esotici e babbuini.


Inoltre, sul retro del Castelluccio, è situato un edificio ad un solo piano con pianta rettangolare che in origine fungeva da rimessa per attrezzi e poi come limonaia.
Oggi, nella versione alberghiera, la nuova proprietà ha optato per la dotazione di un piccolo centro benessere per garantire relax e benessere ai propri ospiti.